I sistemi bagno più innovativi presentati al Salone del Mobile 2013


Innovazione, originalità e alto design, queste sono state le costanti che hanno caratterizzato le novità per l'arredo bagno in mostra al Salone del Mobile 2013.


Tra tecnologia, funzionalità ed eleganza raffinata il bagno diventa sempre più un luogo di relax al pari di una spa.



blank



Partendo da Rare, che ai Saloni ha presentato Ad Hoc l'innovativo sistema integrato piatto/cabina doccia per la realizzazione di docce su misura a filo o fuori pavimento.


Grazie al brevettato bacino a tenuta stagna, Ad Hoc coniuga l'estetica di un moderno sistema di drenaggio, con la facilità di installazione di un comune piatto doccia.


Ad Hoc nasconde ogni "normale" elemento doccia: sparisce il piatto, integrato in ogni tipo di pavimentazione; spariscono montanti o sostegni; spariscono infine, volendo, anche le porte e resta la preziosa trasparenza del cristallo.


Vero cuore tecnologico del sistema Ad Hoc, il piatto doccia è in realtà un bacino in acciaio con relativo scarico che permette una realizzazione "su misura" da installare a filo pavimento o sopra la pavimentazione esistente.


Il bacino può essere rivestito con ogni materiale, resine o piastrelle, fondendosi perfettamente con la pavimentazione esistente.



blank



All'insegna del design più assoluto sono state, invece, le proposte di Axor, il marchio di alta gamma dell'azienda tedesca Hansgrohe, che ha presentato una serie di collezioni bagno firmate da alcuni tra i più grandi designer in circolazione quali Erwin e Ronan Bouroullec, Patricia Urquiola, Philippe Starck, Antonio Citterio e Jean Marie Massaud.




Axor Bouroullec è un imponente sistema-bagno con lavabi, piani e rubinetteria dalle infinite combinazioni messo a punto dai due fratelli Ronan e Erwan Bouroullec. 85 elementi che possono essere posizionati e assemblati in decine di modi differenti.




blank



Se poi si abbina il sistema modulare Axor Starck ShowerCollection, nato dalla collaborazione con Philippe Starck e basato su elementi quadrangolari che possono essere assemblati fra loro come piastrelline, il progettista o l'utente più creativo possono davvero trovare in Axor un insieme di strumenti di lavoro particolarmente flessibili ed efficaci in ogni spazio.


Stile italiano by Antonio Citterio per la rubinetteria con manopola a stella Axor Citterio M: un dettaglio di stile che richiama l'estetica classica della rubinetteria a tre fori per le versioni bordo vasca, lavabo o a muro.


Creata dal designer milanese insieme a Toan Nguyen, la linea Axor Citterio M dispone di oltre 60 elementi con una gamma davvero ampia di miscelatori e accessori.




blank



Spazio anche alle donne a partire da Patricia Urquiola con la sua linea "al femminile" presentata in nuovi, più liberi, allestimenti.


Anche la collezione Axor Urquiola prevede più di 80 elementi: dalla rubinetteria alla vasca, ai lavabi e perfino un complemento d'arredo inedito: un paravento/radiatore/specchio che divide gli spazi, riscalda l'ambiente, permette di specchiarsi integralmente.



Infine il total-bagno ideato da Jean Marie Massaud completa le proposte di rubinetteria, docce, lavabi, vasca e accessori Axor.


Nella sua originale visione della relazione tra uomo, acqua e spazio la rubinetteria della collezione Axor Massaud è multi-funzione e si "nasconde" sotto una mensola elegante.


[[GALLERY_12]]

Ultimi Articoli