Ecomondo 2013


Dal 3 al 6 novembre 2013 la green economy ha fissato il suo domicilio a Rimini Fiera. Ad attendere 85.000 operatori da tutto il mondo, oltre mille imprese con i loro prodotti, tecnologie e progetti utili allo sviluppo sostenibile. Ecomondo e i saloni che in questi 17 anni l´hanno affiancato (Key Energy e Cooperambiente), le new entry (H2R e Key Wind), e il ritorno di Sal.Ve, rappresentano insieme il polo espositivo europeo più importante nel settore. Dopo l´aumento di oltre il 10% ottenuto nel 2013, la prossima edizione promette ulteriori incrementi della presenza estera.


400 i buyers attesi, con delegazioni da 40 Paesi: dalle ex Repubbliche CSI, dai Balcani e dal Bacino del Mediterraneo, Medio Oriente, Africa Subsahariana e America Latina. Grazie alla piattaforma telematica, verranno definiti business meeting ‘one to one´ (lo scorso anno furono 3.056) già prima delle giornate fieristiche, con calendari personalizzati secondo le necessità di buyers e manager delle aziende.


Le presenze estere sono definite dalle relazioni attivate in questi anni in collaborazione con la rete dei consulenti esteri di Rimini Fiera e da collaboratori istituzionali quali UNIDO (United Nations Industrial Development Organisations di Roma), ISWA (International Solid Waste Organisation) ed European Enterprise Network – rete di Unioncamere.


Unioncamere Emilia-Romagna, in collaborazione con la Camera di Commercio di Ravenna e le altre Camere di Commercio della regione organizzerà, nell´ambito delle attività della rete Enterprise Europe Network, due giornate di incontri d´affari tra imprese italiane e estere. Ecobusiness Cooperation Event promuoverà gli scambi commerciali internazionali, faciliterà l´individuazione di potenziali partner tecnologici per discutere nuove idee progettuali e l´eventuale partecipazione bandi internazionali.



blank



Settori di intervento:


  • tecnologie ambientali

  • mobilità sostenibile

  • gestione dei rifiuti

  • bioedilizia

  • energie rinnovabili

  • bioenergie

  • trattamento e depurazione di aria e acqua

  • eco-design e materiali compatibili.


Fra gli incontri di profilo internazionale e orientati al business, si segnala quello in programma mercoledì 6 novembre, alle 14.30 (Sala Cedro Hall Ovest), dal titolo Algeria, opportunità di investimento ed incentivi alle imprese nel settore ambientale, a cura di ANDI (Agence Nationale pour le Développent de l´Investissement) e Hemispheres Wbd. Il seminario si propone di illustrare agli imprenditori italiani e non, le opportunità di business e gli incentivi messi a punto dalle autorità algerine per favorire l´attrazione degli investimenti stranieri nel paese, con particolare riferimento al settore ambientale e alla gestione ed al trattamento dei rifiuti, un comparto ancora allo stato embrionale in Algeria e con un forte fabbisogno di know-how e tecnologia.

Ultimi Articoli