Mascagni all’EXPO2010 di Shanghai

ALL’EXPO 2010 DI SHANGHAI

LA BIBLIOTECA-SALA RIUNIONI È DELLA BOLOGNESE MASCAGNI


Al Padiglione Italia, progettato dallo Studio Imbrighi di Roma, gli arredamenti della società bolognese concepiti dai designer milanesi di fama internazionale Lucci e Orlandini. Infatti insieme a Gruppo Frau, Faram e Matteo Grassi, Mascagni è tra i marchi scelti dal Ministero degli Affari Esteri per rappresentare le eccellenze del nostro paese in Cina l’anno prossimo.

 

(Dall’alto in basso e da sinistra a destra: ; immagine diurna del Padiglione Italiano in esterni; panca della serie Airport;

poltrona direzionale della serie Fifty; immagine diurna del Padiglione Italiano in interni;

tavolo rettangolare della serie Meeting)

All’EXPO 2010 DI SHANGHAI – Un altro successo per la Mascagni SpA, società bolognese che produce arredamenti per uffici, biblioteche, aeroporti e complementi d’arredo per la casa. Infatti una sala del Padiglione Italiano all’Expo 2010 di Shanghai verrà arredata con i suoi tavoli e le sue sedute. A darne l’annuncio lo scorso 2 aprile 2009 è stato il commissario Generale del Governo per l’Expo di Shanghai 2010 Beniamino Quinteri, in una conferenza stampa a Roma alla presenza del ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, del Presidente della Confindustria Emma Marcegaglia e del Vice Presidente per l’Internazionalizzazione Confindustria Paolo Zegna. La società bolognese è stata scelta come esempio di eccellenza e affidabilità dalle istituzioni italiane insieme ai marchi Gruppo Frau, Faram e Matteo Grassi. Autore del progetto del padiglione, un’opera architettonica di 6.000 metri che potrebbe restare permanentemente nella città cinese, è l’architetto e docente alla Sapienza di Roma Giampaolo Imbrighi, che ha alle spalle una lunga esperienza di successo nella committenza pubblica e privata. Ha infatti vinto il concorso puntando sulla “concordia nella diversità” con un’opera che richiama l’intricata mappa delle città italiane, così simili con le loro corti circondate da vicoli concentrici al disegno urbano della stessa Shanghai. Per arredare la biblioteca-sala riunioni del padiglione, l’architetto romano ha scelto Mascagni e i suoi prodotti delle linee Meeting (tavoli riunione), Fifty (poltrone direzionali) e Airport (panche per attesa). Autori ne sono i designer di Milano Roberto Lucci e Paolo Orlandini, che collaborano con il gruppo bolognese da 25 anni, hanno vinto nella loro carriera numerosi premi internazionali e sono presenti con le loro creazioni in alcune delle collezioni permanenti dei più importanti musei americani, tedeschi e francesi.

 




I DESIGNER LUCCI E ORLANDINI – Roberto Lucci e Paolo Orlandini all’inizio delle loro carriere hanno collaborato per alcuni anni con Marco Zanuso Sr e con Richard Sapper. Lavorano insieme dal 1968 e da allora hanno disegnato più di 340 prodotti e hanno firmato più di 3.000.000 di sedie. I due designer hanno partecipato anche a varie edizioni della Triennale di Milano e sono presenti nelle collezioni del Museum of Modern Art di New York, del Museum of Contemporary Art di Chicago, del Museum fur Kunst und Gewerbe di Amburgo e del Centre National d’Art Contemporain del Louvre di Parigi. Numerosi prodotti disegnati da loro hanno ottenuto premi e riconoscimenti internazionali: 7 segnalazioni Compasso d’Oro Milano, 3 “Best of Neocon” Chicago, 3 “Industrie Forum Design” Hannover, 3 “Good Design Award” Chicago, etc. Insieme hanno pubblicato il libro "Product Design Models"; Van Nostrand Rehinold editore, New York (1990). Da circa 25 anni firmano le linee Mascagni.



INTERVISTA A LUCCI E ORLANDINI – “Semplicità, ovvero ricerca dell’essenziale”: è questo il criterio che ispira il design di Lucci e Orlandini. “Less is More come diceva Mies Van Der Rohe. Semplicità significa anche – precisa Roberto Lucci – concepire strutture base che hanno in sé la possibilità di essere personalizzate. Partendo da una forma base, essenziale, è possibile infatti realizzare con le nostre creazioni numerose varianti per ottenere prodotti sì industriali ma personalizzati”. Che è come dire: “il superamento della produzione di serie – aggiunge Paolo Orlandini – senza l’anacronistico ritorno all’artigianato”. Rappresentativi in particolare di questo approccio al design sono i prodotti Mascagni Meeting e Airport scelti per l’Expo di Shanghai 2010. Meeting è infatti una collezione di tavoli che, partendo appunto da una struttura semplice ed essenziale, può essere declinata in numerosissime, praticamente infinite, varianti di forma e materiale. “Airport – spiegono i due designer – è un sistema di sedute per attesa il cui elemento base è una semplice doga di alluminio che può venire assemblata in molte possibili combinazioni: con base più o meno profonda; con schienale basso, medio, alto; con poggiapiedi; con o senza braccioli, con o senza cuscini, ecc.”. In una logica di flessibilità che “soddisfi tutte le esigenze possibili del cliente”.

 

 








GLI ARTICOLI PER IL PADIGLIONE ITALIA

  • Meeting: collezione di tavoli riunione in vario formato con struttura in acciaio cromata e piani in legno o cristallo. I piani in legno sono in MDF placcato con essenza di vero legno, hanno i bordi a "becco di civetta" e delle boccole per il fissaggio dei piedi di sostegno. I piani in cristallo temperato sono invece composti di elementi cilindrici di fissaggio in acciaio inox incollati a caldo e collegati ai piedi con viti. I loro piedi sono in tubo di acciaio e prevedono piedini aggiuntivi per la regolazione millimetrica.

     
  • Fifty: collezione direzionale di poltrone con profili laterali in pressofusione di alluminio lucidato, rivestimenti in pelle o rete, meccanismi di regolazione “Synchro”, regolazione lombare in altezza e profondità. Le loro basi sono in pressofusione di alluminio lucidato o in materiale plastico. I braccioli in pressofusione di alluminio con copertura in poliuretano.

      
  • Airport: collezione di panche in vario formato per attesa con schienali di serie in due altezze, cuscini per sedile e per sedile e schienale. I prodotti della linea prevedono braccioli in alluminio spazzolato e tavolini agganciati alla panca in MDF verniciato. A richiesta i piedini possono essere predisposti per il fissaggio al pavimento. La versione per esterno infine è fatta di una struttura interna zincata e con di nuovo piedini predisposti per il fissaggio a terra.






Ufficio Stampa:

Daniela Cané /studio/

Ufficio Stampa e PR

info@danielaprstudio.it

www.danielaprstudio.it



Contatto Stampa Progetto:

Alessandro Luigi Perna

ph. +39 338 5953881

aleperna2003@libero.it



LUCCI ORLANDINI DESIGN

Arch. Folco Orlandini

Ph +39 02 90111038

www.lucciorlandini.com

orlandini@lucciorlandini.com

lucci@lucciorlandini.com

Ultimi Articoli