SaloneSatellite 2013: artigianato e design


Il SaloneSatellite si presenta ancora una volta il luogo di incontro per eccellenza tra gli imprenditori e i più promettenti progettisti under 35 di tutto il mondo. Ma quest’anno si propone anche come luogo d’incontro tra due mondi che solo apparentemente sono agli antipodi ma che nella realtà di oggi sono più vicini che mai, indirizzati verso una stessa unica meta. “Design e artigianato: insieme per l’industria” è infatti il tema di questa 16a edizione che si terrà nel quartiere Fiera Milano a Rho da martedì 9 a domenica 14 aprile. Il tema, riflesso di una sensibilità collettiva a certe tematiche, risponde al bisogno che oggi i giovani designer sentono: integrare la tradizione dell’artigianato con le moderne possibilità che offrono la progettazione e la produzione industriale.


L’artigiano, con la sua sapiente manualità e i procedimenti lavorativi tradizionali, si inserisce nel dialogo che intercorre tra progettista e imprenditore e su cui è basato il successo del Made in Italy. Molte sono infatti le aziende che fanno riferimento al saper fare artigianale nella realizzazione del prototipo finale. Il progetto prevede la creazione di tre botteghe – del legno, del vetro, del metallo– dove alcuni maestri artigiani faranno delle vere e proprie dimostrazioni di lavorazione dei vari materiali. A queste si aggiunge una bottega dell’artigianato digitale, guardando al futuro perché molti si stanno già chiedendo come cambierà il mondo del design, quando fabbricazione digitale e stampa 3D saranno realtà consolidate. Immancabile la forte squadra di designer e di scuole di design internazionali. 700 i primi, selezionati da un prestigioso Comitato di Selezione, composto da personalità di rilievo internazionale nel mondo del design, della progettazione e della comunicazione – Carola Bestetti, Living; Carlo Colombo, Architetto; Carlo Contin, Designer SaloneSatellite 1999; Beppe Finessi, Architetto/Critico; Paul Makovsky, Metropolis magazine, stampa estera; Patrizia Malfatti, Responsabile Immagine & Comunicazione, Cosmit; Antonio Morello, Della Valentina Office; Gianluigi Ricuperati, Domus, freelance, stampa italiana; Elisa Storace, Curatrice Museo Kartell; Alessandro Vecchiato, Foscarini; Marva Griffin, Curatoreorganizzatore del SaloneSatellite.



blank



17 invece le scuole internazionali di design: le europee Tallin University of Technology (Estonia); Helsinki Metropolia University of Applied Sciences (Finlandia); l’Ecole Nationale Supérieure des Arts Decoratifs (Francia); Burg Giebichenstein e Karlsruhe University of Arts and Design (Germania); le asiatiche Beijing University of Technology – College of Art and Design (Cina); Osaka University of Arts (Giappone); National Taiwan University of Science and Technology (Taiwan); le americane Savannah College of Art and Design (Stati Uniti); Universidad del Desarrollo (Cile); Universidade de Caxias do Sul (Brasile); Escuela Internacional de Diseño (Portorico) e le italiane Accademia Italiana Arte Moda Design, Libera Università di Bolzano, Politecnico di Milano, Seconda Università degli Studi di Napoli, Università Kore di Enna. Come per le ultime quattro edizioni, il SaloneSatellite indice il Concorso legato alle merceologie delle manifestazioni biennali che affiancano il Salone Internazionale del Mobile, nello specifico, per questa edizione, Euroluce e SaloneUfficio.


Ai partecipanti del SaloneSatellite viene chiesto di presentare in aggiunta ai loro prototipi uno o più progetti attinenti alle merceologie delle due biennali. Questa scelta che all’apparenza potrebbe sembrare una limitazione alla creatività, intende in realtà non disperderla ma incanalarla in maniera mirata, facendo sì che i prodotti rientrino tra le tipologie presenti nei cataloghi delle aziende espositrici dei Saloni. Si tratta, dunque, di un ulteriore passo per facilitare il contatto tra domanda e offerta, tra imprenditori e designer, tra creatività e produzione. Anche questi progetti verranno selezionati da una Giuria composta da personalità di rilievo internazionale nel mondo del design, della progettazione e della produzione: saranno premiati i 3 migliori prodotti dei 2 settori, Luce e Ufficio.


I 3 premi consisteranno in un premio in denaro – sicuramente cosa gradita a un designer in fieri – e in uno stage presso un’azienda del settore. Ai vincitori si garantirà anche un servizio di consulenza e ufficio stampa, al fine di garantire la massima diffusione del prodotto vincitore. Nell’ambito della sua filosofia di sostegno dei giovani che si affacciano al mondo del design, il SaloneSatellite ripropone l’accordo con l’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) per uno speciale supporto a chi intende proteggere i propri lavori attraverso l’iscrizione al Registro Progetti. La protezione dei disegni è valida solo in Italia.

Ultimi Articoli