Pure: il giardino dentro casa


blank

Pure contiene un concetto stilistico che mette al centro il verde, o meglio, un vero e proprio giardino che diventa l’elemento principale della stanza. Non più sui tetti o sui terrazzi, tantomeno nelle aree comuni antistanti la struttura alberghiera: la camera Pure ospita infatti al suo interno, tra il letto e la stanza da bagno, una serra bioclimatica che vive e respira insieme all’ospite, offrendogli un piacere per la vista, per l’olfatto, per il tatto. Pure offre un giardino local per l’ospite global: sì, perché la vegetazione di questa serra seguirà le essenze presenti sul territorio in cui si è realizzato l’hotel.

In un contesto esterno dominato spesso da paesaggi ad alto tasso di cementificazione, il progetto Pure è un polmone verde dentro a una stanza: lo si può apprezzare sia dal bagno sia dal letto, in qualunque momento, perché la serra, che si sviluppa per circa 4 metri quadri, è l’elemento dominante di uno spazio che, per il resto, rimane volutamente semplice e non obbedisce a schemi rigorosi e razionali. Pure è la contrapposizione dello spazio formale dell’esterno con quello fluido e intimo dell’interno. Oltre alla serra bioclimatica, Pure esprime il meglio del design e della tecnologia applicata all’arredo: lo specchio del bagno, ad esempio, ha al suo interno uno schermo tv, perfetto per l’intrattenimento e l’informazione mentre ci si prepara per la giornata; le linee del progetto sono pulite e concepite per accogliere l’ospite in uno spazio liberamente interpretabile, grazie a dimensioni ampie e arredi raffinati, essenziali, funzionali.

Qualità e design italiani si uniscono a ecosostenibilità e affidabilità, ovvero l’essenza di tutta la produzione Presotto Contract. Fabio Vettorel, direttore commerciale di Presotto, definisce il progetto Pure la risposta all’esigenza dell’ospite di soggiornare in un luogo confortevole indipendentemente dal contesto in cui si trova. “Non importa se viaggeremo per lavoro o per piacere: in ogni caso avremo una stanza con all’interno un giardino, i suoi profumi e i suoi colori. Ogni viaggio diventa così occasione di benessere e conoscenza, secondo una tendenza che punta a rimettere l’uomo in contatto costante con il verde circostante”.

Ultimi Articoli